Mostra Internazionale Di Architettura Di Venezia

Notizie ed eventi a Venezia

Età:

23 febbraio 2024

18. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia

È aperta al pubblico da sabato 20 maggio a domenica 26 novembre 2023, ai Giardini, all’Arsenale e a Forte Marghera la 18. Mostra Internazionale di Architettura dal titolo "The Laboratory of the Future" a cura di Lesley Lokko, organizzata dalla Biennale di Venezia.

“The Laboratory of the Future è una mostra divisa in sei parti. Comprende 89 Partecipanti, di cui oltre la metà provenienti dall’Africa o dalla diaspora africana. L’equilibrio di genere è paritario e l’età media dei partecipanti è di 43 anni, mentre scende a 37 nella sezione Progetti Speciali della Curatrice, in cui il più giovane ha 24 anni. Il 46% dei Partecipanti considera la formazione come una vera e propria attività professionale e, per la prima volta in assoluto, quasi la metà degli architetti proviene da studi a conduzione individuale o composti da un massimo di cinque persone. In tutte le sezioni della Mostra, oltre il 70% delle opere esposte è stato progettato da studi gestiti da un singolo o da un team molto ristretto.

“Al cuore di ogni progetto c’è lo strumento principe e decisivo: l’immaginazione – ha spiegato Lesley Lokko – È impossibile costruire un mondo migliore se prima non lo si immagina. The Laboratory of the Future inizia nel Padiglione Centrale ai Giardini, dove sono stati riuniti 16 studi che rappresentano un distillato di Force Majeure (Forza Maggiore) della produzione architettonica africana e diasporica. Si sposta poi nel complesso dell’Arsenale, con la sezione Dangerous Liaisons (Relazioni Pericolose) – presente anche a Forte Marghera, a Mestre - affiancata a quella dei Progetti Speciali della Curatrice, che per la prima volta è una categoria vasta quanto le altre. In entrambi gli spazi sono presenti opere di giovani “practitioner” africani e diasporici, i Guests from the Future (Ospiti dal Futuro), il cui lavoro si confronta direttamente con i due temi della Mostra, la decolonizzazione e la decarbonizzazione, fornendo un’istantanea delle pratiche e delle modalità future di vedere e di stare al mondo. Abbiamo espressamente scelto di qualificare i partecipanti come “practitioner” – ha chiarito la Curatrice - e non come “architetti”, “urbanisti”, “designer”, “architetti del paesaggio”, “ingegneri” o “accademici”, perché riteniamo che le condizioni dense e complesse dell’Africa e di un mondo in rapida ibridazione richiedano una comprensione diversa e più ampia del termine “architetto”.

Il programma di The Laboratory of the Future è arricchito dal Carnival, un ciclo di incontri, conferenze, tavole rotonde, film e performance durante i sei mesi di Mostra, volti a esplorare i temi della Biennale Architettura 2023. “Concepito come uno spazio di liberazione ma anche di spettacolo e intrattenimento, Carnival offre un luogo in cui vengono scambiate, ascoltate, analizzate e ricordate parole, prospettive e opinioni – ha spiegato Lesley Lokko. Politici, policymakers, poeti, registi, documentaristi, scrittori, attivisti, organizzatori di comunità e intellettuali pubblici condivideranno il palco con architetti, accademici e studenti. Questo programma vuole essere una forma di pratica dell’architettura che tenta di colmare il divario tra gli architetti e il pubblico”.

 Vai al sito ufficiale dell'evento

Vai alla lista

Scopri i servizi delle nostre camere e suite a Venezia

Scopri le camere dell'hotel

DICONO DI NOI

Personale educato ma soprattutto sorridente

Centrale, personale educato ma soprattutto sorridente, prezzo corretto, location vecchio stile assolutamente impagabile, chiesa barocca davanti alla finestra che ti fa entrate Venezia in camera. Da tenere presente perché nn sei solo un pagante ma sei ospite una differenza non da poco.
Doc C.

La professionalità del personale

La professionalità del personale, la disponibilità e la gentilezza di ognuno di loro oltre alla strategica posizione dell'hotel: a pochi minuti da piazza San Marco, il vicinissimo imbarco per il vaporetto e la possibilità di optare per la gondola a pochi passi dall'ingresso della struttura. Ricca e varia la colazione. Il tutto di fronte a una splendida chiesa barocca.
Nadia P.

Albergo curato nel servizio.

Hotel affacciato al bel Campo di Santa Maria del Giglio, in posizione centrale vicino al cuore storico della città. Albergo curato nel servizio. Ambiente particolarmente elegante classico soprattutto nelle camere e nella sala colazioni.
Maria Paola O.

3 stelle magnificamente posizionato

Ho avuto modo di scoprire questo 3 stelle magnificamente posizionato fra campo San Stefano e San Marco. Si tratta di una struttura ben curata e confortevole arredata nel classico stile veneziano. Il personale, sia alla reception che in sala è molto gentile e disponibile, sempre pronto a soddisfare le richieste del cliente. Ho diretto molti anni fa un consorzio di 43 alberghi e posso affermare che questa struttura si collocherebbe certamente ai vertici della sua categoria.
Osvaldo P.
9.0
9.0