Rainer - Vedova: ORA. 23 Aprile - 30 Ottobre 2022

Notizie ed eventi a Venezia

Età:

12 settembre 2022

Rainer - Vedova: ORA. 23 aprile - 30 ottobre 2022

Arnulf Rainer (Baden bei Wien, 1929) ed Emilio Vedova (Venezia, 1919-2006), pur nelle differenze generazionali e formative, erano legati da una lunga amicizia e condividevano una similare dell’esperienza artistica. L’appuntamento veneziano prosegue un dialogo iniziato nel 2020 a Baden bei Wien nella sede dell’Arnulf Rainer Museum.

Arnulf Rainer (Baden bei Wien, 1929) ed Emilio Vedova (Venezia, 1919-2006), pur nelle differenze generazionali e formative, erano legati da una lunga amicizia e condividevano una similare dell’esperienza artistica, concepita nel contatto responsabile con le vicende del proprio tempo. L’appuntamento veneziano prosegue un dialogo iniziato nel 2020 a Baden bei Wien nella sede dell’Arnulf Rainer Museum, dove la mostra “Arnulf Rainer & Emilio Vedova: ‘Tizian schaut’” ha offerto l’occasione di reinterpretare, tramite i due artisti, le relazioni che hanno segnato la storia tra Venezia e Vienna. La Vienna decadente, la sua storia prestigiosa e il lento declino ad esempio ri-cordavano a Vedova la caduta di Venezia, circa un secolo prima. Nella capitale austriaca il maestro aveva contatti di lavoro, rapporti di amicizia, frequentazioni e condivisioni culturali che coltivava attentamente, insieme alla moglie Annabianca.

Le ragioni che hanno spinto la Fondazione Vedova a condividere con entusiasmo questo progetto in collaborazione con l’Arnulf Rainer Museum sono molteplici e collegano idealmente Vienna e Venezia attraverso l’opera di due grandi artisti del nostro tempo.

Nello Spazio Vedova, quello che fu lo studio del pittore, è raccolta una selezione di opere realizzate da Vedova tra il 1949 e il 1993 senza seguire un percorso cronologico, ma articolate in sezioni tematiche per orientare con chiarezza l’intera rassegna: Contro, No, Venezia muore, Allarme, Umano, Confine, Plurimo, Per. I titoli sono stati scelti sulla base di parole ricorrenti negli scritti e nei discorsi di Emilio Vedova, ed esprimono in modo adeguato la realtà vedoviana e l’attitudine fortemente partecipativa della sua opera, generatrice di accesi e contrastati dibattiti.

Al Magazzino del Sale trova spazio il lavoro di Arnulf Rainer: dalla sua produzione, che copre un periodo di oltre 70 anni, sono state selezionate le croci degli anni ’80 e i Kosmos dei primi anni ’90. Le croci di Rainer rimandano inevitabilmente alla sofferenza, che, dinanzi alle pareti impregnate di sale di questo spazio straordinario, difficilmente potrebbe essere percepita in modo più straziante. Per Rainer “la croce è una metafora del volto umano”: così come la fisionomia assume molteplici forme, anche le sue croci possono essere declinate in una varietà di configurazioni.

SPAZIO VEDOVA ZATTERE, DORSODURO 50

MAGAZZINO DEL SALE ZATTERE, DORSODURO 266

 Sito ufficiale dell'evento

Vai alla lista

Scopri i servizi delle nostre camere e suite a Venezia

Scopri le camere dell'hotel

DICONO DI NOI

Personale educato ma soprattutto sorridente

Centrale, personale educato ma soprattutto sorridente, prezzo corretto, location vecchio stile assolutamente impagabile, chiesa barocca davanti alla finestra che ti fa entrate Venezia in camera. Da tenere presente perché nn sei solo un pagante ma sei ospite una differenza non da poco.
Doc C.

La professionalità del personale

La professionalità del personale, la disponibilità e la gentilezza di ognuno di loro oltre alla strategica posizione dell'hotel: a pochi minuti da piazza San Marco, il vicinissimo imbarco per il vaporetto e la possibilità di optare per la gondola a pochi passi dall'ingresso della struttura. Ricca e varia la colazione. Il tutto di fronte a una splendida chiesa barocca.
Nadia P.

Albergo curato nel servizio.

Hotel affacciato al bel Campo di Santa Maria del Giglio, in posizione centrale vicino al cuore storico della città. Albergo curato nel servizio. Ambiente particolarmente elegante classico soprattutto nelle camere e nella sala colazioni.
Maria Paola O.

3 stelle magnificamente posizionato

Ho avuto modo di scoprire questo 3 stelle magnificamente posizionato fra campo San Stefano e San Marco. Si tratta di una struttura ben curata e confortevole arredata nel classico stile veneziano. Il personale, sia alla reception che in sala è molto gentile e disponibile, sempre pronto a soddisfare le richieste del cliente. Ho diretto molti anni fa un consorzio di 43 alberghi e posso affermare che questa struttura si collocherebbe certamente ai vertici della sua categoria.
Osvaldo P.
9.0
9.0